MENU

25 febbraio 2019 Commenti disabilitati su ORT – ORCHESTRA DELLA TOSCANA Visualizzazioni: 168 Stagione Concertistica, Stagione Teatrale e Concertistica

ORT – ORCHESTRA DELLA TOSCANA

lunedì 25 febbraio 2019

ORT - ORCHESTRA DELLA TOSCANA

DIRETTORE FEDERICO MARIA SARDELLI
VIOLONCELLO ERICA PICCOTTI
• RIGEL
SINFONIA N.4 OP.XII
• HAYDN
CONCERTO N.1 PER VIOLONCELLO E ORCHESTRA HOB.VLLB:1
• BEETHOVEN
SINFONIA N.2 OP.36

Il Concerto n. 1 di Haydn è stato a lungo creduto perduto e invece poi ritrovato a Praga negli anni Sessanta. Lo dirige Federico Maria Sardelli, toscano, esperto di Vivaldi, che da un repertorio ancora più antico si sta via via muovendo verso il romanticismo. E infatti in programma c’è la Sinfonia n. 4 op. XII di Henri-Joseph Rigel, tedesco oggi per nulla noto che, nella seconda metà del Settecento, ha trascorso gran parte dell’esistenza a Parigi; e la Sinfonia n. 2 di Beethoven, composta tra il 1800 e il 1802 prendendo ancora ispirazione da Mozart e dal maestro Haydn.

Federico Maria Sardelli ha fondato nel 1984 l’orchestra barocca Modo Antiquo con cui svolge attività concertistica in tutto il mondo. È direttore principale dell’Accademia Barocca di Santa Cecilia e dell’Orchestra Filarmonica di Torino. È regolarmente ospite dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orquestra de la Comunitat Valenciana, il Gewandhaus di Lipsia, la Staatskapelle Halle, la Kammerakademie Potsdam, la Moscow State Chamber Orchestra e molte altre. È salito sul podio delle più prestigiose sale d’Europa, come il Concertgebouw Amsterdam, il Théâtre des Champs-Élysées di Parigi, la Čajkovskij Concert Hall di Mosca, l’Auditorium Parco della Musica di Roma. Federico Maria Sardelli è anche pittore, incisore ed autore satirico.
La violoncellista Erica Piccotti è entrata da poco nella maggiore età. A quattordici anni si è diplomata nella sua Roma, dopodiché ha studiato a Berna con Antonio Meneses e all’Accademia Stauffer di Cremona. Nel marzo 2013 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano le ha conferito l’Attestato d’Onore “Alfiere della Repubblica” per gli eccezionali risultati in campo musicale ottenuti in giovanissima età. Il suo debutto ufficiale è avvenuto in occasione del Concerto di Natale, alla Camera dei Deputati, in duo con il grande collega Mario Brunello per l’Accademia di Santa Cecilia, e da allora nessuna la ferma più.

In programmazione a:

Comments are closed.