MENU

8 Aprile 2024 Commenti (0) Visualizzazioni: 31 Stagione Concertistica, Stagione Teatrale e Concertistica, stagione2

UMBERTO CLERICI direttore

UMBERTO CLERICI direttore
MARC BOUCHKOV violino

MENDELSSOHN Concerto per violino e orchestra op.64
BEETHOVEN Sinfonia n.8 op.93

TEATRO POLITEAMA
TurnoConcertistica

lunedì
8 aprile

ore 21.00

L’ultima volta che l’ORT ha suonato con Umberto Clerici, nel decennio scorso, lui era violoncellista. Adesso lo ritroviamo direttore principale della Queensland Symphony Orchestra, in Australia, e ormai dedito quasi più al podio che allo strumento con cui ha raggiunto tutti i traguardi possibili dacché, ancora all’asilo, ha cominciato a maneggiarlo grazie al metodo Suzuki. Di maestri, poi, ha avuto i migliori su piazza (Mario Brunello, David Geringas, Julius Berger). A dimostrazione del suo valore, dopo il debutto concertistico a diciassette anni, l’incetta di premi nei concorsi che più contano al mondo: quello di Zagabria dedicato ad Antonio Janigro, il “Rostropovich” di Parigi, il “Čajkovskij” di Mosca. Dopodiché il desiderio di conquistare un centro di gravità permanente l’ha condotto ad accettare il posto di primo violoncello al Teatro Regio di Torino e, dal 2014 al 2021, alla Sydney Symphony Orchestra.
Ora l’essersi dato alla direzione gli consente di intendere la musica da un’altra prospettiva. Insieme all’ORT, Clerici propone la più graziosa (e simpatica) tra le sinfonie di Beethoven, l’Ottava e un pezzo da novanta del repertorio violinistico, il Concerto op.64 di Mendelssohn. Ne è solista Marc Bouchkov, violinista belga di origini russo-ucraine (una famiglia di musicisti da più generazioni), che nel 2018 la rivista inglese “Gramophone” ha inserito tra i musicisti che vanno tenuti sott’occhio. E in effetti lui ha suonato con le maggiori orchestre europee, con direttori come Mariss Jansons, Philippe Jordan, Valery Gergiev, Christoph Eschenbach.

Comments are closed.